Astrologia

Cenni Storici sull'Astrologia

 

L'Astrologia è la scienza che studia i fenomeni celesti in relazione alle influenze sulla vita nella Terra, e in particolare nella vita dell'Uomo.

In passato gli uomini hanno sempre cercato di interrogare le stelle , in India gli osservatori del cielo si limitavano a osservare la volta celeste cercado di spiegarsi le relazioni fra essi e l'uomo , questo tipo di Astrologia si chiamava "gochara" in sanscrito significa "tutto ciò che cade sotto i sensi".

La prima Astrologia dotta in India nasce relativamente tardi rispetto all'occidente nel V sec.a.C., quando la matematica astronomica nata in Babilonia giunge in India dopo le conquiste di Dario il grande. Per astrologia dotta si intende un sistema matematico-astronomico sufficiente alla previsione del futuro.

Questo tipo di Astrologia comincia ad esistere in Babilonia tra il VII e il VI sec.a.C. e poi piano piano si diffonde da Babilonia fino in India passando per l'Egitto, la Grecia, l'Asia Minore e l'Iran.

La filosofia che nasce dall'osservazione celeste è una filosofia che fonda un rapporto tra macrocosmo e microcosmo.

I Babilonesi non vedevano l'astrologia sotto l'aspetto oroscopico e previsionale, ma sotto l'aspetto divinatorio credendo che gli astri fossero delle divinità e vedevono in questi l'armonia tra il cielo e la terra, quindi una visione impersonale dell'Astrologia

Dopo il tramonto della Civiltà Babilonese le conoscenze Cosmologiche vennero prese in eredità sia dall'Oriente che dall'Occidente per una nuova fioritura , in un'epoca che va dal VII al IV sec.a.C., che è il periodo più decisivo e significativo della storia dello spirito umano.

In India s'imponeva la dottrina del figlio reale Gautama detto Buddha e minacciava di sostituirsi al brahamanismo, in Cina Konfutse insegna regole semplici di vita , e in Israele Geremia, Isaia e Ezechiele profetizzavano l'avvento del Figlio dell'Uomo creando un profondo mutamento nel modo di pensare dell'Occidente .

L'importazione in Grecia delle concezioni Cosmologiche che durante quasi tre millenni s'erano sviluppate nel mondo assiro-banilonese, segnò il passaggio definitivo dall'Astrologia impersonale a quella individuale.

Successivamente si susseguirono matematici e Filosofi come Eraclite, Pitagora e Platone, portando ulteriori contributi alla conoscenza astronomica-matematica e al rapporto esistente tra il Cosmico e l'Uomo. Dopo essersi evoluta e perfezionata grazie al pensiero di questi filosofi. nel II sec.a.C., l'Astrologia così evoluta trovò un uomo di nome Ipparco, che portò il contributo della Trigonometria e constatò il fenomeno della precessione degli equinozi e l'oblicità dell'eclittica etc..

Ampliata di nuove cognizioni e invigorita nelle sue premesse teoriche e perfezionata nei suoi metodi, nel medesimo tempo spogliata quasi interamente del misticismo e allontanata dalla sfera dei riti religiosi, diventò una scienza uguale a tutte le altre , ne approfittarono gli Ebrei introducendo idee astrologiche nella Cabala e gli Arabi che pochi secoli più tardi diventarono il popolo degli astrologi per eccellenza.

Spogliata dell'antica arte divinatoria dei sacerdoti caldei si trasformò in una disciplina scientifica che permise anche il diffondersi dei ciarlatani . Ed infatti nella Roma decadente degli ultimi imperatori pagani l'abuso dell'astrologia a scopo di lucro raggiunse grandi proporzioni.

Dopo la caduta dell'impero Romano sul cammino dell'Astrologia attraverso i secoli apparve un uomo : Claudio Tolemeo che scrisse un'opera importantissima per il futuro dell'Astrologia il Tetrabiblos con il quale mise insieme nell'epoca in cui visse quanto era noto in Babilonia, in Egitto e in Grecia. Tolemeo dava molta importanza alle stelle fisse nei destini umani, ai cosiddetti Signori, nozioni che hanno fruttato molto alle generazioni future.

Tolemeo abbandonò le mentalità collettivistiche e può considerarsi fra gli annunziatori della nuova era, di quella nuova fase di civiltà basata sul fondamento del cristianesimo che portò l'uomo sul piano spirituale dell'esistenza.

La validità di tali insegnamenti, che sono alla base dell'Astrologia, sopravvisse al medio evo di cui l'Astrologia moderna ne fa parte, e questi sono i principi ereditati dai Babilonesi ed evoluti dai Greci .

 

HOME PAGE